USER EXPERIENCE • APP

Beacon Adventure

Un’avventura alla scoperta dell’Alto Adige

Servizi

Mobile Development, UX Design

Piattaforme

Android, Web

Tecnologie

React Native, Web Components

In agosto 2019 il NOI, l’azienda per lo sviluppo tecnologico dell’Alto Adige, ci ha fatto una richiesta: utilizzare dei beacon bluetooth per portare più persone a visitare i luoghi di interesse della provincia di Bolzano. L’iniziativa faceva parte di un investimento FESR all’interno del progetto Beacon Südtirol - Alto Adige.

Si è scelto di usare i beacon bluetooth perché già diffusi in larga scala in tutto il territorio dell’Alto Adige.

Il ruolo di Belka è stato quello di costruire un’applicazione che comunichi con questi piccoli fari bluetooth ed accompagni gli utenti in una serie di sfide itineranti.

Tanti attori, un unico palco

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con diverse aziende.

  • NOI Techpark, il project leader
  • IDM, come partner principale della Beacon Adventure App
  • Capacitas, azienda attiva nel campo delle escape room, che si sarebbe occupata della creazione dei contenuti.
  • Konverto, autrice della Guida ufficiale dell’Alto Adige su app. Avrebbe dovuto integrare il modulo prodotto dai noi.

Il nostro ruolo nel progetto è stato quello di sviluppare due applicazioni:

  1. L’app con cui gli utenti avrebbero partecipato al gioco.
  2. Uno strumento backoffice che permettesse loro di creare e gestire le avventure

Tempistiche ben definite

La data di fine progetto è stata chiara fin da subito, con una conferenza stampa di presentazione del progetto fissata al 14 Novembre.
Una scadenza così vicina ci ha imposto di stabilire fin da subito i confini entro cui stare per riuscire a portare a termine un prodotto di qualità.

Il primo passo è stato definire la modalità di svolgimento di un’avventura e il tipo di domande che il sistema avrebbe supportato. Per farlo ci siamo confrontati con le idee portate dal team di Capacitas e abbiamo trovato un modo per far convivere la loro creatività con le limitazioni imposte dal tempo.

L’applicazione permette quindi di porre al giocatore domande di vario tipo, dalla semplice risposta multipla alla selezione di un’immagine. Le domande possono essere intervallate da frammenti di storia, curiosità o approfondimenti sul luogo in cui si svolge l’avventura. Per ogni risposta corretta il giocatore riceve dei punti e le istruzioni su dove recarsi per risolvere il quesito seguente — come una caccia al tesoro.

Un piede dietro l’altro

Chiarite le necessità, abbiamo iniziato a lavorare contemporaneamente sia alla parte di supporto ai creatori che all’applicazione per gli utenti.

Abbiamo fornito prima possibile lo strumento di creazione delle avventure ai colleghi di Capacitas, in modo da permettere loro di creare e rifinire la storia al meglio. Questo strumento consiste di una piattaforma di backoffice facilmente integrabile in altre pagine web tramite web-components, in modo da permettere la modifica di un’avventura in modo semplice e accessibile ovunque.

Allo stesso tempo abbiamo lavorato all’applicazione Android che avrebbero usato gli utenti finali. Per velocizzare lo sviluppo e supportare facilmente sia Android che, in futuro, iOS abbiamo scelto di utilizzare React Native.

Lo sviluppo dell’applicazione ha posto delle sfide interessanti:

  • dal punto di vista dell’esperienza utente dare ai giocatori un’applicazione fluida ed un’esperienza di gioco avvincente
  • dal lato tecnico la connettessione via Bluetooth con i Beacon disposti nei monumenti e punti di interesse dell’Alto Adige, integrando le librerie native di Android e iOS in modo da poterle facilmente utilizzare su React Native

Tre mesi dopo, si va in scena

È stata una gara contro il cronometro fino alla presentazione pubblica. Tutto lo sforzo è stato ripagato nel momento in cui abbiamo visto i partecipanti giocare con il loro smartphone alla scoperta di Castel Mareccio.

I committenti del progetto - IDM e NOI - si sono detti entusiasti di essere riusciti a dimostrare che esiste un modo nuovo, divertente e interattivo di far esplorare ai turisti monumenti e luoghi di interesse dell’Alto Adige, soprattutto basandosi sulla rete di Beacon già esistente nel territorio, all’interno del progetto FESR beacon Südtirol.

Risultati

Il lancio al grande pubblico si è svolto ai Mercatini di Natale di Merano. L’app è stata distribuita attraverso la Alto Adige Guide, già presente su più di 60mila dispositivi.

L’avventura si svolgeva su 11 missioni che spingevano i giocatori ad esplorare Merano. Il gioco è stato completato nel 30% dei casi con 6 minuti di interazione con l’app in media. L’engagement è stato molto alto, dimostrando l’ottima qualità dell’app e del gioco.

Statistiche app Beacon